Che vuoi che ti dica…

Che vuoi che ti dica,
non esistono parole felici per esprimere certi sentimenti, quando tutto e’ nero anche le parole si anneriscono a tal punto da diventare illeggibili.

Ho la pancia vuota e la mente piena.

Ho il cuore palpitante e il corpo stanco.

Ho la stufa che mi scalda il corpo ma mi manco io per scaldarmi anche dentro.

In questo momento vorrei addormentarmi, vorrei sognarmi felice in un campo di grano con il sole che mi bacia la fronte e le cicale che cantano scuotendo le ali.

Vorrei sognarmi in un prato verde distesa, il cielo scuro e nero, le stelle che brillano, la luna che splende e i grilli che accompagnano la visione con il loro canto.

Vorrei solo sognarmi FELICE!

Non ho mai capito perché trovi così tanta difficoltà a ritrovare una serenità!

Sto perdendo peso, sto dimagrendo, dovrei gioire (ed in parte gioisco) ma vorrei che la mia Vita fosse legata ad altri fili e non a quelli di un corpo, di uno stomaco e di una gola soffocata ogni giorno…

Soffoco e nessuno se ne accorge,
annaspo ma nessuno se accorge,
mi manca il respiro ma nessuno se ne accorge,
mi uccido ma nessuno se accorge,

Morirò e forse qualcuno si accorgerà di me!

Buon Natale.

Natale

Non ho voglia
di tuffarmi
in un gomitolo
di strade

Ho tanta
stanchezza
sulle spalle

Lasciatemi così
come una
posata
in un
angolo
dimenticata

Qui
non si sente
altro
che il caldo buono

Sto
con le quattro
capriole
di fumo
del focolare

G. Ungaretti

….

Niente titolo…

Sono giorni che mi sento vuota e non ho voglia di scrivere come sto, cosa faccio o cosa penso…

E’ tutto normale o forse sto vivendo la consueta routine che ormai chiamo normalità…